mercoledì 12 novembre 2014

Metodo di studio: studiare... perchè?

Vi siete mai chiesti  PERCHE’ si studia? I bambini vengono catapultati sui libri di testo e riempiti di informazioni, ma nessuno spiega loro perché, senza una valida motivazione non ha senso fare le cose, a maggior ragione se richiedono sforzo e sacrificio, sacrificio si perché si ruba tempo al gioco, all'attività sportiva, al semplice oziare.
Bene io sono partita proprio da qui

- 1 Tappa - "Cosa vuol dire studiare?"
Abbiamo un quadernone ad anelli su cui scriviamo le regole di italiano e matematica (prima o poi posterò anche quello) ed abbiamo iniziato ad inserire anche i lavori che facciamo per le materie di studio. Ho preso un foglio e con i pennarelli ho scritto STUDIARE, poi ho posto la domanda. Dapprima perplessi mi hanno parlato delle materie poi hanno cominciato con i concetti, ci siamo soffermati su cosa vuol dire memorizzare (nel caso delle tabelline) e studiare. Ogni risposta l'hanno scritta sul foglio, in modo da cominciare a farli ragionare a vedere i concetti come una mappa. Poi, una volta esaurite le idee abbiamo cercato il significato sul vocabolario.


 Ecco la prima mappa per associazione di idee


 - 2 Tappa "Perchè si studia?" 
E qui dapprima hanno risposto per conoscere e per sapere, poi un pò più pratici hanno pensato ad interrogazioni, verifiche e voti, poi abbiamo ragionato a lungo su cosa vuol dire pensare al futuro, costruire le basi per la propria crescita, alimentare il cervello, prepararsi ad essere degli adulti capaci di sostenere una conversazione con chiunque su qualunque argomento, degli adulti consapevoli in grado di migliorare se stessi e il mondo in cui viviamo...


... e poi si lascia libero spazio al pensiero parlando di quando erano piccoli, di come sono cresciuti imparando, di cosa stanno imparando adesso, di cosa impareranno in futuro, di cosa faranno per rendere migliore il loro futuro e di come saranno cittadini migliori.

Altri post sull'argomento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...